Pezzo di ringraziamento del 5 agosto 2015

Oggi non sono un pezzo di carta, ma un pezzo di ringraziamento.

Si è consumato nello scorso WE (per la precisione dal 31 luglio al 3 agosto) un bell’episodio di partecipazione e condivisione. Parlo del lavoro di squadra fatto presso lo spazio vegano alla Biofesta di Polpenazze del Garda, dove non meno di 20 volontari hanno turnato durante i 4 giorni della manifestazione per garantire il buon funzionamento della cucina vegana. Oltre 600 persone hanno avuto modo di gustare ed apprezzare le pietanze preparate da Chiara ed Eleni, le Zee Bee’s, da Priscilla di Mensanabio e da Sara della Pizzeria Baraonda di Soiano. Poche portate ma ben assortite e con degli imprescindibili elementi comuni: gli ortaggi del basso Garda.

Un doveroso ringraziamento anche agli agricoltori biologici del territorio, anche loro in gradi di “fare squadra” in questa occasione. Nel post della settimana scorsa li trovate elencati, con i loro riferimenti, così potrete andare a trovarli in questo periodo di chiusura estiva della Piccola Distribuzione Organizzata del basso Garda.

Nell’attesa di avere un bilancio complessivo dello spazio vegano gestito dal Gas Montezalto di Polpenazze, dalla Associazione la Buona Terra e della Associazione verso il DES basso Garda, oggi ci salutiamo con una ricettina semplice semplice.

Ah, dimenticavo i ringraziamenti anche ai gasisti che hanno partecipato allo “smaltimento” delle eccedenze orticole dello spazio vegano, questa ricetta è dedicata a loro!

Mettendo le mani avanti, ai consumattori della PDO anticipo che alla ripresa della distribuzione delle cassette, servirà il loro prezioso contributo per piazzare altre eccedenze delle festa …

Sfilacci di melanzane alle meno peggio

Ingrediente essenziale: eccedenza di melanzane dalla cucina vegana della biofesta di Polpenazze. Quantità: quella che avete recuperato, si consigliano almeno 2-3 Kg.

Altri ingredienti: sale fino, olio EVO, aglio, qualche cipolla, un po’ di aceto, del prezzemolo tritato.

Potete pelare o meno le melanzane, dipende dai gusti; tagliatele a fette da 1 cm di spessore e poi ogni fetta tagliatela a strisce di 1 cm di spessore (gli sfilacci!). Ponete le strisce in un colapasta a strati, con una spruzzata di sale su ogni strato. Coprite con della pellicola, collocate il colapasta su una ciotola (per raccogliere il liquido che verrà rilasciato…) e collocate in frigorifero per almeno 24 ore.

sfilacci melanzane

Trascorso il tempo, lavate gli sfilacci e strizzateli, quindi collocateli su un panno asciutto ben distesi per 10-15 minuti.

Nel frattempo preparate un soffritto in un tegame di adeguata grandezza,con la cipolla, l’aglio, l’olio EVO (un bicchiere di olio). Quando la cipolla è ben passita, aggiungete gli sfilacci di melanzane e un bicchiere di aceto. Coprite con coperchio e portate il tutto a temperatura a fiamma vivace per 5 minuti (facendo saltare ogni tanto gli sfilacci).

Spegnere il tutto, spruzzare con il prezzemolo ed invasare a caldo. Attendere un mesetto prima di consumare. Se vi piace il piccantino quando fate partire il soffritto potete aggiungere del peperoncino …

TANTI ORTAGGI BUONI A TUTTI!

Annunci

Lascia un'idea per il basso Garda (in 140 caratteri!)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...