Pezzo di carta umido del 19 novembre 2014

Piccola Distribuzione Organizzata del basso Garda – Pezzo di Carta del 19 novembre 2014

Sarà il clima umido autunnale, sarà il buio che arriva presto alla sera e ammanta i pensieri sino all’ora del sonno, sarà quel che sarà, in questo periodo la mia sensibilità, fatta di fibre di cellulosa, si impregna di una moltitudine di segnali sconcertanti. Messi in fila, tutti questi indizi, prospettano un futuro desolante, perché basato su un presente vuoto, privo di visione.

Forse mi faccio delle paranoie, del resto non mi sembra di essere dotato di una particolare intelligenza (insomma, un pezzetto di carta…).

L’avrete sentito il nostro primo ministro indicare a modello di impresa virtuosa la Apple, l’avrete sentito plaudire alla prospettiva degli investitori australiani che porteranno lavoro nel nostro paese costruendo un mega centro commerciale vicino a Milano (come se ce ne fosse bisogno). Avrete sentito l’arroganza nelle parole del ministero delle infrastrutture e dei trasporti, cieco, sordo e mentalmente limitato, che ribadisce la estrema necessità ed urgenza delle grandi opere tra cui il TAV, che ci interessa da vicino. Fa lo stesso se di soldi non ce ne sono, qualcosa si inventeranno.

Avrete visto in TV la pubblicità della Cassa Depositi e Prestiti, salvadanaio d’Italia. Ce la stanno dipingendo come una struttura che investe per il nostro benessere e il futuro del paese, in realtà si apprestano a rompere il porcellino (per la verità hanno già cominciato da un po’..) per saccheggiare e sperperare i nostri soldi a favore di imprese private, per progetti nei quali le banche si guardano bene dal mettere del denaro.

Siamo di fronte ad un mostro tentacolare del quale le estreme propaggini si annidano anche nelle nostre vite.

Lo so, liberarsene non è assolutamente semplice, ma l’approccio critico al consumo è sicuramente un buon inizio, praticare la frugalità, perseguire l’autoproduzione e condividere il tutto, sono sicuramente degli ulteriori passaggi utili.

Una goccia nel mare? Può darsi.

Forse però basta solo toccare i tasti giusti; pensate che persino Renzi si è schierato a fianco della famiglia Cucchi dopo che i media ne hanno parlato per una settimana ininterrottamente …. per la serie il consenso va cercato cavalcando ogni cosa, purché non abbia nulla a che fare con i poteri forti.

Ma i nostri soldi non sono un potere abbastanza forte?

Pensate se riuscissimo a fare qualche cosa di veramente clamoroso, che ne so, acquistare assieme qualche ettaro di terreno lungo il tracciato collinare dell’Opera Inutile, Dannosa e Sperperosa; arrivare a centomila contratti di energia elettrica rinnovabile e solidale sottoscritti attraverso la convenzione Co-Energia – Trenta; sostenere con il microcredito le attività sane e solidali del nostro territorio ….

A proposito, di quello che possiamo fare:

Sabato 22 Novembre ore 14.00 a Lonato del Garda c’è la seconda passeggiata NO TAV!

Domenica 23 Novembre Festa del GAS di Soiano, nella quale chi è interessato al contratto Co-Energia – Trenta di cui sopra, potrà avere informazioni dettagliate! (trovate i volantini di queste iniziative sul nostro blog)

Bene, per quanto riguarda l’ultimo punto (microcredito), ci stiamo muovendo anche noi della Associazione verso il DES basso Garda ….

Vi ricordate del discorso Cooperativa? State sintonizzati!

BUON CAMBIAMENTO, E TANTI ORTAGGI BUONI PER TUTTI.

Annunci

Lascia un'idea per il basso Garda (in 140 caratteri!)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...