Pezzo di carta del 9 luglio 2014

Piccola Distribuzione Organizzata del basso Garda – Pezzo di Carta del 9 luglio 2014

Questa volta l’ho scampata bella! Durante la traghettata verso l’isola ho rischiato che un colpo di vento mi facesse volare in mare, e allora “ti saluto” pezzo di carta della PDO….

Allora mi hanno riposto dentro alla mia solita cassetta, al sicuro. Assieme agli ortaggi della PDO, che quest’anno sono venuti in vacanza con me, in piacevole compagnia di quelli dell’orto di casa. Ma suvvia, veniamo subito al dunque.

Come molti di voi già sapranno coloro che tirano le fila della PDO del basso Garda sono seriamente intenzionati a percorrere una nuova strada: quella della cooperazione.

Nell’ultimo mese sono stati almeno un paio gli incontri cruciali: una prima riunione del consiglio direttivo della associazione verso il DES basso Garda, presenti anche una decina di associati, che ha sottoscritto il pieno sostegno all’idea di far nascere una Cooperativa di Consumatori; una seconda riunione di carattere più tecnico, vista la presenza di un commercialista di supporto, nella quale il proposito è stato ulteriormente confermato da altri associati.

È stato quindi varato un gruppo di lavoro che nei prossimi due mesi si dedicherà alla stesura di una proposta di statuto e definirà la road map della cooperativa.

Chi entra in un GAS inizia a fare concorrenza alla Grande Distribuzione Organizzata, nulla di scandaloso quindi nel pensare di iniziare a fare concorrenza “alla pari” con la COOP o con la CONAD o con chi ci volete mettere.

Nella consapevolezza che noi vogliamo fare qualche cosa di diverso, perché i principi oramai ce li siamo ben interiorizzati: il biologico, la filiera corta, il patto con chi produce, la sostenibilità dei processi di produzione, la solidarietà, il legame con il territorio.

Il gruppo di lavoro è aperto, chi crede di avere qualche cosa da dire, lo faccia e partecipi: idee, suggerimenti, proposte, da postere qui sotto, oppure scrivendo all’indirizzo pdo.bassogarda@gmail.com , oppure, meglio ancora, partecipando di persona ai prossimi incontri.

Per essere cooperativa di consumo a mutualità prevalente servono un minimo di 50 soci, questo sarà uno dei primi lavori importanti da fare: contarci, condividere i primi passi e le scelte. Ogni incontro verrà condiviso con tutti i partecipanti alla PDO del basso Garda, perché, non dimentichiamoci, la COOP non sei tu, siamo NOI.

Non mi sottraggo al mio ruolo propositivo e di stimolo e quindi butto qui la mia proposta per il nome: Cooperativa forchetta & zappa (oppure zappa & forchetta). Non è un sondaggio, sarei ben felice ci fossero almeno 50 proposte di nomi diversi…!

Per finire, non perdetevi la 3 giorni di inaugurazione alla malga Somalbosco (comune di Temù) del progetto “Amalgamiamoci”, prevista nel week end dal 18 al 20 luglio prossimi. Il programma dettagliato potrete trovarlo qui nei prossimi giorni o sulla pagina facebook della malga.

BUON CAMBIAMENTO, E TANTI ORTAGGI BUONI PER TUTTI.

Annunci

One thought on “Pezzo di carta del 9 luglio 2014

  1. Pingback: Pezzo di carta del 27 agosto 2014 | Ci scappa il Garda

Lascia un'idea per il basso Garda (in 140 caratteri!)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...