Pezzo di carta del 9 aprile 2014

Piccola Distribuzione Organizzata del basso Garda –Pezzo di carta del 9 Aprile 2014

Che dire, complimenti al mitico Chicco! La frase misteriosa della settimana scorsa la scrisse proprio Thomas Jefferson nel documento “Notes on the state of Virginia”, del 1785. Ora voglio proprio vedere se il nostro autarchico fornitore di uova sfrutterà il lauto bonus messogli a disposizione….

La riflessione di oggi è sui bisogni. Portate pazienza, è sempre colpa di Bookchin e del suo L’Ecologia della Libertà.

Per dirla alla Marx, il mercato onnipresente ha generato una feticizzazione dei bisogni; le dimensioni sovrumane della produzione e del consumo sono tali da avere perduto ogni legame con il controllo razionale da parte dell’individuo. Ormai sono le merci, tra loro in perenne concorrenza, ad avere dei bisogni. Così c’è bisogno di edilizia e di infrastrutture perché la ghiaia ha bisogno di essere lavorata e venduta; c’è bisogno di auto e camion perché l’acciaio, il petrolio, la plastica, hanno bisogno continuamente di circolare sul mercato. C’è bisogno della necessità di cibo, della necessità di Energia, della necessità di soldi, per poter investire (scommettere) e consentire al capitale l’incessante accumularsi.

Che bisogno abbiamo noi di una centrale a Biogas ai Campagnoli di Lonato?
C’è forse una crisi del settore rifiuti per cui i fanghi dei depuratori non si sa dove metterli? C’è forse qualcuno che quando preme l’interruttore, a casa propria, la lampadina non si accende?

Eppure in nome del libero mercato e dell’ingordigia di capitali c’è chi questo bisogno lo vuole imporre, e arriva a minacciare.

Abbiamo avuto già modo di parlare su questo pezzo di carta dell’arroganza della ditta Valli SpA, che ha citato in giudizio civile per danni tutti i componenti del Comitato Campagnoli: 15 milioni di euro è la cifra di risarcimento richiesta.

Il Comitato ovviamente non vuole abbassare la testa di fronte a questa sfrontatezza e ha già contattato un pool di avvocati per la propria difesa. La strada sarà certamente lunga e onerosa. Per questo motivo noi della Associazione verso il DES basso Garda abbiamo deciso di dare loro il nostro sostegno.

Proponiamo quindi la istituzione di un fondo di solidarietà.

Tale fondo verrà girato al Comitato Campagnoli quale contributo per la copertura delle spese legali e a fronte dell’impegno del Comitato, in caso di esito favorevole della pronunciazione, alla restituzione delle somme versate.

Per la costituzione del fondo si avanzano le seguenti proposte: si possono fare donazioni una tantum da parte di chi lo desidera, per le quali l’Associazione rilascerà specifica ricevuta nominativa, oppure si potrà affiancare all’euro a cassetta della PDO un ulteriore euro (ovviamente senza alcun obbligo!) destinato al fondo di solidarietà. In tal caso la ricevuta verrà emessa nei confronti del GAS di appartenenza, ogni fine mese.

In entrambe i casi si chiede ai referenti per la PDO dei singoli GAS di fare da tramite per la gestione dei soldi e delle ricevute.

Non pieghiamoci ai bisogni del Sistema, manifestiamo e lottiamo per i nostri veri bisogni: la bellezza del paesaggio, la salubrità dell’aria, una agricoltura rispettosa dell’ambiente e dell’uomo, che possa fornirci cibi sani e genuini.

BUON CAMBIAMENTO, E TANTI ORTAGGI BUONI PER TUTTI.

Annunci

One thought on “Pezzo di carta del 9 aprile 2014

  1. Ringrazio sentitamente per il premio, che in assenza di una mole significativa di acquisti da parte nostra, devolvero’ volentieri alla causa comune.

Lascia un'idea per il basso Garda (in 140 caratteri!)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...