Primo pezzo di carta del 2014

Questo è un periodo in cui leggo molto in tema di nuove economie, di cambiamento, di solidarietà; un periodo in cui cerco di partecipare molto ad eventi e riunioni. E in tutto ciò leggo e vedo che la forza dell’agire verso qualche cosa di nuovo si basa su due capisaldi: la collaborazione tra soggetti distinti e la partecipazione diffusa.

Credo che alla nostra Associazione sia mancata, nel primo anno e mezzo di vita, la capacità di mettersi in relazione con altri soggetti. Certo, qualche cosa è stato fatto, compatibilmente con le risorse disponibili e cercando di dare vita a qualche cosa di concreto.
Ovviamente parlo della PDO del basso Garda.
Ma occorre fare di più.

Per questo oggi non sarò un pezzo di carta, nemmeno virtualmente.

Oggi sarò un augurio per il nuovo anno, con tanto di firma in calce, la mia, in qualità di Presidente della Associazione verso il DES basso Garda.
Un augurio che vuole essere anche un appello.

L’augurio è che sempre più gente si muova per dare un proprio contributo al cambiamento (nel modo di consumare, di gestire il proprio risparmio, nel proprio stile di vita, nel modo di spostarsi, nel modo di lavorare, nel modo di fare comunità …).
Non è un augurio rivolto in modo particolare ai gasisti, vuole avere un respiro molto più ampio ed estendersi a tutti i soggetti che sono presenti nel nostro territorio.

Ma affinché l’augurio possa raggiungere tutti, serve l’appello.
Questo sì, è rivolto ai gasisti, a tutti gli associati della nostra Associazione, al consiglio Direttivo, al Presidente, che sarei poi io.

L’appello è che tutti facciano qualche cosa affinché il 2014 sia l’anno del fare rete. Fare rete con tutti quelli che ci stanno.
Se un Distretto è fatto di molti soggetti, non possiamo fermarci al mettere assieme una manciata di produttori agricoli e qualche decina di consumatori critici e consapevoli.

Questo contenitore su cui mi leggete ad oggi è fatto unicamente da un pezzo di carta; certo sarebbe bello fosse anche il luogo in cui i produttori e i consumatori del territorio si incontrano nella quotidianità, scambiano esperienze, problematiche, ricette, aneddoti, servizi, trovano i modi per allargare la cerchia dei soggetti che percorrono la stessa strada verso un Cambiamento.

Ma tutto questo un pezzo di carta non può farlo da solo, non può essere l’unico strumento per diffondere l’augurio e lanciare l’appello.
È colpa del contenitore o della mancanza di contenuti?

Sarebbe bello se potessi fare di persona questo augurio, comprensivo di appello, almeno a tutti gli associati della nostra Associazione, e a tutti gli aspiranti tali, che abbiano voglia di arricchire i contenuti o modificare il contenitore o semplicemente di dire io ci sono.

Magari in occasione della prossima Assemblea ordinaria, che si terrà VENERDÌ 24 gennaio alle 20.15, presso la sede in via Santa Maria 27 a Desenzano.

L’ordine del giorno è breve ma impegnativo, mostreremo il bilancio del 2013 e parleremo di cosa fare nel 2014.

Sarà il momento in cui gli associati potranno rinnovare la propria adesione per il nuovo anno e chi ancora non è socio ma vuole, potrà diventarlo, con il proprio entusiasmo e la propria disponibilità.

Con la speranza di ritrovarci in tanti a condividere le scelte per il nuovo anno, vi saluto con l’augurio che il 2014 possa essere, in varia misura per ciascuno, un anno di cambiamento, nel quale naturalmente non manchino dei BUONI ORTAGGI PER TUTTI.

Mirko Cavalletto

Annunci

One thought on “Primo pezzo di carta del 2014

  1. Sicuramente un desiderio per questo nuovo anno è una partecipazione più diffusa e un ampliamento alla collaborazione.
    Di cose in questo 2013 appena finito se ne sono fatte tante, (se consideriamo che le risorse e il tempo volontario è sempre poco) ma soprattutto va aggiunto che in questo anno appena trascorso purtoppo tantissime risorse sono state “sprecate” per inseguire e cercare di far fronte al sempre rovente tema delle problematiche ambientali!!!!
    Ricordo solo per citarne alcuni : il pirogassificatore di bedizzole, la discarica di amianto di Montichiari, le espansioni industriali pericolose nella zona Bottenago di Polpenazze, TAV, Centrale a Biogas di Castel Venzago ; tutte attività che ci hanno visto coinvolti direttamente o indirettamente in raccolta firme e manifestazioni e in alcuni casi i risultati sono stati davvero entusiasmanti ( vedi Bedizzole )..
    Bisogna davvero appellarsi alla criticità delle persone e riuscire a sensibilizzarne sempre un maggior numero per far si che oltre a grandi risultati fin ora raggiunti se ne possano raggiungere altri ancora maggiori…..
    tutti dobbiamo essere catalizzatori attivi per divulgare questo sentire…..
    Ringraziando l’ impegno di tutti , spero anch’io di vedere tante facce nuove cariche di nuova energiua alla riunione del 24……
    Un augurio a tutti Alberto

Lascia un'idea per il basso Garda (in 140 caratteri!)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...