Pezzo di carta del 6 marzo

Sapete che con il cavolo navone si può fare una gustosa crema tipo purè?  Se poi asciugate la crema con un po’ di pan grattato e grana padano (o parmigiano), ci potete fare delle ottime polpette!

Sapete che bollendo le radici di chiavari con l’aggiunta di succo di limone perdono un po’ del loro sapore amarognolo?  Se poi le tagliate a pezzi e le condite con olio EVO, un trito di aglio, capperi e prezzemolo … sono gustosissime !

Ma bando alle ciance, ecco qui l’articolo 4 del Regolamento; si tratta di un articolo fondamentale, quindi, mi raccomando: dite la vostra!

Art. 4 – Modalità di adesione dei consumatori

La PDO basso Garda è aperta a tutti i consumatori, intesi come singoli cittadini o famiglie, purché organizzati in Gruppi di Acquisto Solidale.

La perfetta gestione fiscale della distribuzione è quella in cui tutti i partecipanti sono soci della Associazione verso il DES basso Garda. Per questo l’Associazione è impegnata nella ricerca della migliore modalità inclusiva per perseguire questo obiettivo; con la consapevolezza che larga parte dei consumatori non sono inclini a divenire parte attiva in un soggetto giuridicamente riconosciuto, la scelta è quella di porre come unico vincolo che i GAS individuino uno o più referenti al proprio interno che divengano soci. Tali figure dovranno quindi farsi garanti della distribuzione verso il GAS, fornendo preventivamente i nominativi delle persone appartenenti al proprio Gruppo che intendono partecipare al circuito distributivo.

Ciò premesso, un GAS interessato ad entrare nel circuito, è tenuto a seguire i seguenti passaggi:

  1. manifesta la propria intenzione, contattando uno o più dei componenti del GdL PDO;

  2. il GdL PDO si organizza affinché uno o più dei propri componenti presenzino ad una riunione del GAS richiedente per spiegare i contenuti, i principi e il funzionamento della PDO basso Garda;

  3. il GAS che intende procedere con gli ordini attraverso la PDO basso Garda, formalizza la richiesta compilando il modulo di adesione in ogni sua parte (si veda l’Allegato 1);

  4. il GAS è tenuto, in particolare, ad identificare un proprio referente per la PDO basso Garda, che dovrà necessariamente associarsi alla Associazione verso il DES basso Garda, che curerà lo scambio di informazioni tra il proprio GAS e il GdL PDO e che potrà richiedere di entrare a fare parte del GdL PDO;

  5. il GdL PDO dovrà approvare la richiesta di adesione del GAS, ed eventualmente del referente quale componente del GdL PDO, semplicemente compilando le parti di propria pertinenza del modulo in Allegato 1; in ogni caso il GdL PDO si pronuncia in merito entro 15 gg dalla presentazione della richiesta;

  6. il GdL PDO provvede a creare nel programma di raccolta degli ordini gli Account, così come indicati dal GAS nel modulo di adesione

  7. il GAS può iniziare ad ordinare

  8. eventuali consumatori che si volessero aggiungere in seno al GAS, dovranno essere comunicati dal referente al GdL PDO in modo che si possa creare il necessario Account nel portale per la raccolta degli ordini

  9. il GAS aderente dovrà dotarsi di cassette recuperabili, possibilmente pieghevoli ed impilabili, al fine di agevolare la distribuzione; il referente dovrà organizzare il proprio GAS affinché alla consegna del pieno avvenga il reso del vuoto.

POST YOUR COMMENT !

Annunci

Lascia un'idea per il basso Garda (in 140 caratteri!)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...